ATTENZIONE

QUESTO BLOG È UN ARCHIVIO CHE RACCOGLIE I POST ANTERIORI AL 2014. IL NUOVO BLOG LO TROVATE QUI.

domenica 12 dicembre 2010

The wire


Amici che ne sanno più di me, un mesetto fa mi hanno consigliato The wire.
E' una serie tv durata 5 stagioni che tratta dei traffici illeciti, dei rapporti tra malavita e politica, dei trafficanti di droga, della polizia e dei disperati di Baltimora.

Baltimora è una città complicata. Ha anche un porto, uno dei più imporanti degli Usa. Al momento sono arrivato alla fine della terza stagione, e dire che mi ha completamente rapito è dire poco. Qualche tempo fa, Bordone, a proposito di Treme (serie televisiva sul disastro di New Orleans creata dagli stessi autori di The Wire) faceva notare quanto fossimo poco capaci in Italia a raccontare drammi o momenti difficili attraverso la televisione.

Perché raccontare una città dove ci sono trecento morti l'anno non è proprio una cosa semplice. E non è facile, soprattutto, farlo mettendo in mostra le colpe di tutti. Non è facile dare in pasto al pubblico i personaggi positivi mostrando tutte le loro debolezze, e non è facile mostrare dall'interno il mondo crimininale senza commettere qualche tragico errore. In The wire ci riescono, Baltimora è raccontata senza pietà.

Ora, giusto così per chiedere, qualcuno di voi ha mai visto La Squadra? La fiction italiana su Napoli, un'altra bella città difficile?

2 commenti:

  1. I love this show. It's also Obama's favorite series of all time, so they say.

    RispondiElimina